Netiquette  sul  web
Etica e norme di buon uso dei servizi di rete

 Fra gli utenti dei servizi telematici di rete, prima fra tutte le reti la rete Internet, ed in particolare fra i lettori di servizi di "news" Usenet, si sono sviluppati nel corso del tempo una serie di "tradizioni" e di "principi" di buon comportamento (galateo) che vanno collettivamente sotto il nome di "netiquette".
A questo punto riporto in questo documento un breve sunto dei principi fondamentali a cui tutti sono tenuti ad adeguarsi:

  Quando si arriva in un nuovo newsgroup o in una nuiova lista di distribuzione posta elettronica, è bene leggere i
    messaggi che vi circolano per almeno due settimane prima di inviare propri messaggi in giro per il mondo: in
    tale modo ci si rente conto dell'argomento e del metodo con cui lo si tratta in tale comunità

  Se si manda un messaggio, è bene che esso sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto il problema

  Non  divagare rispetto all'argomento del newsgroup o della lista di distribuzione

  Se si risponde a un messaggio, evidenziare i passaggi rilevanti del messaggio originario, allo scopo di facilitare
    la comprensione da parte di coloro che non lo hanno letto, ma non riportare mai sistematicamente l'intero
    messaggio originale

  Non condurre "guerre di opinione" sulla rete a colpi di messaggi e contromessaggi: se ci sono diatribe 
    personali, è meglio risolverle via posta elettronica in corrispondenza privata tra gli interessati

Non pubblicare mai, senza l'esplicito permesso dell'autore, il contenuto di messaggi di posta elettronica

Non essere volgari nell'esprimere il desiderio di non ricevere posta indesiderata, basta inviare una richiesta
   "UNSUBSCRIBE" o una e-mail vuota. Se lo scrivente persiste, applicate la regola di posta con ricezione
   direttamente nel cestino

 

Alle regole precedenti vanno aggiunti altri criteri che derivano direttamente dal buon senso

La rete è utilizzata come strumento di lavoro da molti utenti. Nessuno di costoro ha tempo per leggere
   messaggi  inutili o frivoli o di carattere personale, e dunque non di interesse generale

 

Comportamenti palesemente scorretti da parte di un utente

Violare la Privacy di altri utenti della rete, leggendo o intercettando la posta elettronica loro destinata

Violare la sicurezza di archivi e computers della rete

Compromettere il funzionamento della rete e degli apparecchi che la costituiscono con programmi (virus, trojan
   horses, ecc)

Tutto ciò costituisce un vero e proprio crimine elettronico e come tale è punibile dalla legge